Aumenti di pedaggio in A22 e divieti ai Tir nel Brennero

Aumento del pedaggio sulla A22 e divieto di circolazione ai Tir sulla statale del Brennero: sono le richieste al Governo del presidente della Provincia autonoma di Bolzano Arno Kompatscher. Pronta la reazione del vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, che ribatte punto su punto.


“Le dichiarazioni di Kompatscher, oltre ad apparire in contrasto con il quadro giuridico della materia, mi sembrano anche inopportune - dichiara Uggè - soprattutto perché la Provincia di Bolzano è tra i soci dell’Autostrada del Brennero per cui l’eventuale aumento del pedaggio andrebbe certamente a beneficio della Provincia stessa. Che non sia un modo per fare cassa?”


“Inoltre – prosegue il vicepresidente di Conftrasporto - vorrei capire se la richiesta del governatore non sia in contrasto con le intese già raggiunte con il Governo  e  avallate dall’Unione europea per il rinnovo in house della concessione, e se sia coerente con la stessa direttiva “eurovignette”  che pone limiti ben precisi agli incrementi degli oneri per l’infrastruttura nelle zone montane”.


“Sbagliata è anche la scelta di vietare la circolazione dei Tir sulla statale del Brennero, visto che in questo modo verrebbe penalizzato non solo l’autotrasporto, ma l’intero comparto della produzione, a cominciare dalle imprese che hanno sede in quelle aree.”
 

11 aprile 2018