La Settimana Confederale

LE NEWS DELLA SETTIMANA DAL 21 AL 24 MARZO 2016

 

SITUAZIONE GENERALE
 

Settimana trascorsa senza che da parte del Ministero siano arrivate le risposte che la categoria attende per poter dare il via libera alla ripartizione delle risorse. Siamo ben consapevoli di come gli impegni di chi sta al Governo siano gravosi, per questo abbiamo apprezzato e letto con molta attenzione la lettera che il Ministro Delrio ha indirizzato al presidente Unatras Genedani. I contenuti sono una conferma della volontà di voler rispettare gli impegni assunti e noi gliene vogliamo dare atto. Resta un particolare per noi molto importante: i tempi di attuazione.

 

Sostenere che il Ministro conferma gli impegni assunti e non vederli concretizzati è per noi problematico da spiegare. La questione è stata esaminata nel corso della riunione della presidenza dell’Unatras che, nei prossimi giorni, a seconda delle evoluzioni, assumerà decisioni in merito conseguenti.

 

Senso di responsabilità non significa passiva accondiscendenza ma anche ricorso ad iniziative. Ora abbiamo un riferimento di Governo delegato ai nostri problemi, la senatrice Vicari. A lei rivolgiamo i migliori auguri, assicurando la nostra disponibilità a collaborare con Lei, unitamente al Gabinetto che ha seguito con disponibilità e professionalità  quelle che erano le problematiche del settore, ma Il tempo a disposizione è tuttavia poco. Le nostre imprese  attendono fatti concreti.

 

In settimana si sono avuti due incontri al Ministero dei trasporti uno per il cabotaggio nazionale marittimo che ha affrontato l’attività effettuata con traghetti che interessano tratte nazionali, e uno con il Ministro Delrio che ha ricevuto, la delegazione di Confcommercio, composta dalle federazioni che fanno parte della filiera del mare, presenti in Confederazione. La richiesta di incontro era stata formulata dal presidente Carlo Sangalli per rappresentare quella che dovrebbe essere una evidenza concreta ed è che la Confcommercio è divenuta l’unica realtà confederale che rappresenta, attraverso Conftrasporto, l’insieme delle tre modalità vettoriali (mare, gomma e ferro), alle quali si aggiungono le principali federazioni dei servizi tecnico nautici. La casa comune del mondo del trasporto e della logistica sta divenendo una realtà.

 

CHIUSURA DEI VALICHI

 

Lo studio che Confcommercio ha elaborato, tramite Isfort, sui danni che il trasporto nazionale subirebbe da una chiusura dei valichi con l’Austria è stato diffuso sia per comunicato stampa che con una lettera a tutti i Deputati europei italiani. Il motivo è sensibilizzare i Parlamentari che rappresentano il nostro Paese in sede europea sui danni che una decisone simile produrrebbe alla nostra economia. Occorre anche aggiungere le difficoltà, e quindi i costi relativi, che si determineranno per la decisione del Governo elvetico che ha deciso di chiudere diversi punti doganali nella giornata di sabato. Argomenti dei quali avevamo già parlato ma che sono stati oggetto di confronti nella settimana. Nei prossimi giorni lo studio verrà presentato a TgCom 24.E’ certamente questo un modo per far conoscere come la nostra realtà sia fortemente impegnata anche con delle proposte a difesa della nostra attività. Indubbiamente i recenti episodi tragici debbono prevedere restrizioni per garantire una maggior sicurezza. E le ipotesi di Conftrasporto tengono conto di tale esigenza.

 

IL C.N. FAI PARLA DI SOMMINISTRAZIONE DEI LAVORATORI

 

Presenti due parlamentari europei, l’on.le Lara Comi (F.I) vice pres. PPE e l’On.le Benefei (Pd) componente della Commissione affari sociali ed esteri della Commissione europea, sono stati affrontate le questioni legate alla somministrazione dei lavoratori. Il Parlamento e la Commissione stanno discutendo il problema che tuttavia potrebbe anche non trovare le soluzioni auspicate in quanto i paesi che distaccano il personale potrebbero realizzare una minoranza di blocco sulla proposta che mira a dare una soluzione ad una tema che impatta sulla concorrenza. La minoranza di blocco di fatto porterebbe a tempi lunghi ed al rinvio della soluzione di un problema sentito dalle nostre imprese.

 

LA PRESIDENZA UNATRAS CHIEDE TEMPI RAPIDI

 

Non è certo un disconoscimento dell’impegno che il Ministro, attraverso il Suo capo di Gabinetto dottor Bonaretti e l’intero staff, ha messo nell’affrontare gli argomenti che ci riguardano. Sappiamo bene che i tempi lunghi dipendono da altri Ministeri (Economia e Lavoro in primis). Siamo anche consapevoli che fino ad oggi la rappresentanza politica era molto inadeguata, numericamente parlando. Ora questo aspetto ci sembra superato con la nomina della sottosegretaria sen. Simona Vicari alla quale è stata attribuita la delega all’autotrasporto, oltre alle autostrade del mare. Con Lei ci confronteremo e siamo certi che insieme al Gabinetto del Ministro che ha seguito le nostre vicende, le Sue indubbie capacità ci saranno d’ausilio per accelerare i tempi. Vi sono interventi che devono in breve tempo vedere la luce. Per questo l’intervento di una rappresentanza politica è utile. L’Unatras non può presentarsi alle imprese chiedendo di pazientare ancora. Nelle prossime settimane sarà convocato l’Esecutivo che, valutati gli sviluppi, assumerà le decisioni adeguate alla bisogna, Nessuna iniziativa esclusa.

 

Il Governo ha il dovere di dare risposte; i rinvii non sono più accettabili. Ripeto ancora che la gran parte dei ritardi dipende da altri Ministeri ma il protocollo di intesa è stato sottoscritto a nome dell’Esecutivo che ne detiene la responsabilità politica.

 

PALENZONA IL P.G. RITIENE INFONDATO IL SEQUESTRO

 

Ero indeciso se dare questa notizia ai quali i nostri media hanno dato poco risalto. Avevo confidato che il sito di una federazione, prontissimo a “sparare”, dopo pochi minuti, la notizia sulle perquisizioni effettuate nei confronti di Palenzona, avrebbe ripreso e pubblicato con identica tempestività  anche le conclusioni alle quali il Procuratore Generale, che è l’accusatore, è giunto. Ho atteso invano. Si vede che la trasparenza sui temi della legalità di chi si presenta ammantata di purezza verginale e sempre pronta a lanciare accuse, ha un unico senso. Il Procuratore Generale ha ritenuto che erano infondate, cioè non esistevano, le ragioni dell’ iniziativa di garanzia. Poiché molti, in quei giorni, si erano rivolti alla federazione per chiedere notizie sulla vicenda, ritengo doveroso riferire io quanto è avvenuto.

 

ATTIVITA’ FEDERATIVE

 

Sono iniziati i primi approfondimenti sui temi che saranno oggetto del secondo Forum internazionale dei trasporti e della logistica che si terrà a Cernobbio, Villa d’Este, il 24 e 25 ottobre p.v. Nella giornata che si terrà in confederazione il 18 maggio, altro appuntamento annuale sui trasporti, anticiperemo anche alcuni dei temi che saranno affrontati. Lunedì si è tenuto il Comitato di Presidenza ed il Consiglio Nazionale della Fai; martedì gli incontri al Ministero dei  trasporti e mercoledì la presidenza Unatras.

 

AUGURI A TUTTI
 

Rivolgo ad ognuno di voi i migliori auguri di una buona Pasqua perché sia occasione di riflettere e per ritrovare la propria bellezza e bontà: se infatti  la “gelosia rende ciechi e l’invidia rende cattivi. La cattiveria rende brutti”.

 

Alla prossima

 

Paolo Uggè

24 marzo 2016