Conftrasporto: “la protesta dei driver di Amazon puramente strumentale, il servizio richiede flessibilità”

“La protesta dei lavoratori organizzati delle sigle sindacali sotto la sede di Amazon è puramente strumentale”, commenta il vicepresidente di Conftrasporto Paolo Uggè in merito alla manifestazione in atto oggi a Milano, in Piazza XXV Aprile sulle condizioni di lavoro nel settore dell’ultimo miglio.

 

“Amazon non ha propri autisti, ma si avvale di fornitori terzi, ai quali chiede di rispettare le norme contenute nel CCNL logistica e trasporti - prosegue il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto - Per quanto concerne il tema delle assunzioni, va preso in considerazione il fatto che il mondo del trasporto sta mutando e dobbiamo prenderne atto: la natura stagionale del lavoro di consegna per l’e-commerce porta necessariamente a un aumento delle assunzioni durante i periodi di picco, a cui segue un calo nei periodi immediatamente successivi”, conclude il vicepresidente. 

26 febbraio 2019