IL PUNTO di Paolo Uggè

Eccoci giunti al termine della campagna elettorale nella quale poco si è parlato di Europa o dei problemi della gente e delle imprese ma piuttosto si sono registrate polemiche e insulti reciproci.


Nel mondo del trasporto la Conftrasporto ha scelto di predisporre un documento, inviarlo a tutte le forze politiche, chiedendo a coloro che ne condividevano i contenuti di sottoscriverlo. La medesima richiesta è stata indirizzata anche a dei singoli  candidati. Abbiamo ricevuto delle risposte sia dalle forze politiche che da un discreto numero di candidati. Vi chiediamo, nel rispetto delle appartenenze di ognuno, di esprimere la preferenza per loro. L’appello è rivolto alle donne ed agli uomini di impresa ed operatori del mondo del trasporto.


Ho detto prima che ognuno voti per quella forza politica con la quale si rapporta meglio ma esprima anche delle preferenze. Con la medesima schiettezza vi chiedo tuttavia di non votare per l’unica forza politica che non ha dimostrato la benché minima volontà di rapportarsi con il nostro mondo. Purtroppo è il partito che esprime il Ministro dei trasporti: Il Movimento 5 Stelle. Rispetto la loro scelta anche se non riesco a comprenderla.


E’ necessario, credo, che per i partiti che hanno risposto al nostro invito ognuno compia delle riflessioni ed anche porsi delle domande su come il Pd , il Centro Destra (Forza Italia, Lega e Fdi)  e +Europa di Emma Bonino si siano comportati nei confronti delle imprese e degli operatori del trasporto e della logistica. Tutte queste forze politiche hanno espresso, tranne +Europa, un Ministro che nei vari esecutivi si sono occupati di trasporto, logistica ed infrastrutture. Il Ministro Delrio (Pd); Matteoli e Lunardi per il Centro Destra, senza dimenticare in questa legislatura il vice ministro Rixi (Lega) con delega ai trasporti di terra e di mare. Sarà il vostro giudizio a determinare la scelta per chi di questi votare.


Domandatevi come si sono rapportati con i nostri problemi; come hanno operato a tutela degli interessi del nostro mondo a livello nazionale ed internazionale se hanno operato per dotare il paese di infrastrutture o se invece hanno pensato ad altro. Ognuno valuti; si dia la risposta ma soprattutto voti.


Nel sito Conftrasporto trovate le posizioni delle forze politiche che hanno aderito al manifesto e le risposte dei candidati che hanno sottoscritto impegni con noi.


Non abbiamo forzato nessuno ma giustamente cercato di rappresentare, a quelle che ci hanno contattato, i nostri obiettivi.


Tra queste vi è anche la forza politica che fa capo a Emma Bonino che ha voluto dare la possibilità, ma forse meglio chiamarla opportunità, ad una imprenditrice della Fai/Conftrasporto di candidarsi. Carlotta Caponi è in lista per + Europa nella Circoscrizione dell’Italia centrale e solo in quelle regioni potrà essere votata. Se si indica in altre circoscrizioni il voto viene annullato. E’ sempre bene precisare le modalità di voto.


Quindi nella Circoscrizione Ovest, Est, Mezzogiorno e Isole invito ognuno a votare per il partito nel quale si riconosce e scelga uno dei candidati che hanno assunto l’impegno con noi. Ricordo che si possono attribuire  fino a tre preferenze ma alternando candidati di sesso diverso, questo anche  nel caso se ne votino due. È possibile anche esprimere una preferenza per un solo candidato/a o alla lista.


In questa settimana continueremo a raccogliere anche altre adesioni, se perverranno, e nella giornata di venerdì diffonderemo sul sito Conftrasporto l’elenco di coloro che avranno aderito  al documento sulla politica dei trasporti, approvato dal comitato esecutivo.


Ritengo che Conftrasporto abbia tenuto un atteggiamento rispettoso delle idee di tutti e realizzato una iniziativa corretta di informazione nell’interesse delle categorie rappresentate.


Non siamo ostili a prescindere nei confronti di alcuno ma riteniamo doveroso e corretto dare conto di chi ha aderito al nostro programma così come di far sapere chi è contrario alla realizzazione di infrastrutture determinanti per la nostra attività. (TAV, Terzo valico, Gronda di Genova, etc).

22 maggio 2019